Un libro in sospeso

Un libro in sospeso

Se gli e-book spopolano nel mondo, le librerie trovano nuove forme per sopravvivere. Dopo i Bookbar, luoghi in cui cibo e lettura si fondono facendo vivere la letteratura in modo diverso, in Italia nasce una nuova iniziativa: il “libro in sospeso“, esperienza nata dopo che un cliente lasciò volutamente un romanzo alla cassa di una libreria, disponibile per chi sarebbe venuto dopo. Richiamo dalla tradizione napoletana dove in caffetteria possiamo trovare un caffè già pagato. Proprio ieri, Anna è entrata in libreria, doveva scegliere un libro per Sofia, le piace molto leggere con la figlia. Dopo aver scovato una raccolta di favole orientali, si dirige alla cassa per pagare. Mentre il libraio passa sul lettore ottico il libro scelto, le comunica che qualcuno in cassa le aveva regalato un libro, si trattava di “Cent’anni di solitudine” scritto da Gabriel García Márquez.